Come scegliere una sedia relax da campeggio: consigli e prodotti

Molte persone quando pensano al campeggio, iniziano a preoccuparsi di tutte le scomodità a cui andranno incontro. Non lo ammetteranno mai, ma già gli mancherà il divano ancor prima di essere partiti.

Ma non bisogna cadere nello sconforto perchè esistono una serie di accessori (oltre l’attrezzatura essenziale come tenda e sacco a pelo) che renderanno la vostra esperienza di campeggio super rilassante e piacevole: stiamo parlando delle sedie da campeggio.

Pensate che siano troppo costose per le vostre tasche, oltre che pesanti e ingombranti? Non vi offendete ma dobbiamo contraddirvi: esistono sedie da campeggio di tutti i tipi, costi e dimensioni. Ci sono quelle basic, quelle provviste di cuscino imbottito, quelle che hanno il portaoggetti e il porta-bibite, quelle che hanno lo schienale reclinabile e il poggiapiedi.

Le sedie da campeggio sono un oggetto che renderà più magici l’inizio e la fine delle giornate di camping.

Immaginatevi la mattina mentre sorseggiate il caffè seduti, contemplando il mare o la montagna o le fronde degli alberi, ripassando mentalmente il programma del giorno. Oppure al tramonto, stanchi ma contenti per aver camminato tutto il giorno o per aver fatto tanti tuffi a mare, vi sistemate sulla vostra sedia, accanto alla tenda, godendovi un buon libro o una telefonata prima della cena. Cosa c’è di più rilassante?

Le caratteristiche delle sedie da campeggio

Prima di scegliere quale sedia da campeggio acquistare, bisogna che vi calibriate sul tipo di camping che andrete a fare e, soprattutto, se vi muoverete in auto oppure no.

Come già anticipato, esistono sedie da campeggio di vario tipo, da quelle più leggere e maneggevoli a quelle dotate di più comfort ma più pesanti.

Diciamo che possiamo raggruppare in tre gruppi le sedute da portare in campeggio: sgabelli, sedie e sedie a sdraio. I primi sono leggeri e pratici, ma anche poco capienti e non hanno lo schienale. A interessarci dunque sono le altre due tipologie:

  • sedie: sono pieghevoli e facili da trasportare, hanno lo schienale ma non il poggiapiedi
  • sedie a sdraio: da non confondere con le sdraio da spiaggia, offrono il vantaggio dello schienale reclinabile e anche del poggiapiedi, sono però più ingombranti e pesanti rispetto alla prima tipologia

Quindi dovremo valutare vari parametri per la nostra scelta. Chi viaggia con noi (anziani o bambini ad esempio), se abbiamo già molti bagagli da portare e se possiamo avvalerci di un mezzo di trasporto, se stiamo per affrontare un campeggio lungo oppure di breve durata, che budget abbiamo a disposizione.

Materiali e componenti

Il materiale con il quale la sedia da campeggio è stata realizzata, è un aspetto molto importante da tener presente perchè la sua efficienza e resa dipenderà molto dagli elementi che costituiscono il tessuto e i telai.

Una delle migliori strutture per una sedia da campeggio è quella in alluminio. L’alluminio infatti è un materiale leggero, funzionale, duraturo, abbastanza resistente al passare del tempo e alle diverse condizioni atmosferiche e poi ha il pregio di rendere la sedia facilmente trasportabile.

Per chi vuole risparmiare, può rivolgersi alle sedie in plastica. Questa tipologia di materiale però rende le sedie da campeggio abbastanza precarie sia per il peso che possono sostenere sia per la loro durata nel tempo. Alcune di loro poi non sono pratiche da trasportare e risultano essere anche pesanti.

Per quanto riguarda i tessuti, sono da preferire le intelaiature sfoderabili perchè si possono lavare. Oppure si può scegliere un modello di sedia realizzato in fibre sintetiche che, rispetto a quello in fibre naturali (più morbide ma bisognose di attenzioni e cura), possono essere pulite passandoci sopra un panno umido.

Modelli, costi e marche

Le sedie da campeggio hanno un prezzo molto vario: si oscilla tra i 20 e i 180 euro.

Ci sono quelle più economiche, come quelle della marca Highlander o Malatec, leggere e resistenti (pesano poco più di 2-3 kg), con il foro porta-bevande e munite di borsa per il trasporto che consente di portarla anche in spalla. Hanno una struttura o in alluminio o in acciaio e rivestimento solitamente in poliestere. I modelli di questo tipo di solito reggono massimo 100-120 kg di peso.

Se vogliamo spendere un po’ di più, ci sono ottimi modelli sui 70 euro, come quelli della Capture, che hanno addirittura il tavolino laterale e pieghevole integrato!

I modelli a sdraio hanno di solito un range di costo compreso tra i 50 e i 100 euro. Hanno di solito il cuscino imbottito, oltre che lo schienale reclinabile e porta-bicchieri e portaoggetti. Come marche ricordiamo Relaxdays, Ausla, Gioevo, MVPower.

Conclusioni

E’ bello immergersi nella natura e vivere tante avventure. Ma è anche bello potersi rilassare dopo tutte queste emozioni. Sedersi su una comoda sediolina, appoggiare la schiena e/o le gambe, far spaziare lo sguardo in giro o chiudere gli occhi standosene tranquilli, è una sensazione che va vissuta durante una vacanza in campeggio.

Una sedia da campeggio non è sono una coccola per noi e per i nostri cari, ma è anche un modo per rendere completa l’esperienza del camping e far sì che il relax possa accompagnarci anche into the wild.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
Attrezzatura Campeggio