Docce per campeggio più pratiche: quale scegliere? Consigli e modelli

Desideri avere la possibilità di farti una bella doccia rinfrescante o tiepida quando torni verso la tenda dopo una giornata passata a fare trekking? Vorresti dare una bella lavata al tuo cane viso che si è sporcato rotolando nel terreno? Vuoi togliere il sale del mare dai tuoi figli al ritorno dal mare?

Con le docce portatili da campeggio potrai farlo! Sono comode, maneggevoli, trasportabili e ti permettono di utilizzarle per vari scopi, anche ad esempio per lavare i piatti o l’auto.

Certo, di solito nei campeggi ci sono zone adibite alle docce comuni dove potrai comunque usufruire di una doccia vera e propria che ti dovrebbe consentire una certa privacy…ma se hai bisogno di una doccetta veloce per ricaricarti o per togliere dello sporco in maniera rapida e immediata, queste docce faranno al casa tuo!

Se poi il tuo problema è, appunto, il bisogno di più privacy, puoi ovviare a questo problema acquistando una piccola tenda ad apertura istantanea con fondo aperto, in modo da poter far scorrere via l’acqua sul terreno. E’ utile anche come cabina per cambiarsi abito o costume.

Tornando alle docce, ne esistono di vari tipi, tutti molto intuitivi nel loro utilizzo e di poco ingombro una volta riposte.

Ma diamo prima dei piccoli consigli per fare la doccia in campeggio.

Consigli per fare la doccia

Quando facciamo la doccia in campeggio, dobbiamo sempre tenere bene in mente che non stiamo a casa nostra e che siamo “ospiti” della natura. Dunque dobbiamo cercare di rispettarla quanto il più possibile, soprattutto se ci docciamo vicino la nostra tenda e in aree improvvisate e non attrezzate per questo uso.

Prima di tutto, forse è ovvio come consiglio ma meglio prevenire che curare: quando usate una doccia per campeggio indossate un costume. Anche se usate una piccola tenda, non avete la sicurezza di essere lontani da occhi indiscreti e, per pubblica decenza, è meglio che copriate certe vostre parti del corpo.

E’ un po’ come quando vi fate una doccia volante sul lido o sulla spiaggia: l’obiettivo è quello di togliere il sale e la sabbia, poi vi farete un lavaggio più approfondito in un momento successivo e più privato.

Secondo consiglio è quello di portare sempre assieme alla doccia un asciugamano apposito. Meglio se in microfibra in quanto più leggero e più facile da far asciugare. Sceglietelo di una taglia abbastanza grande in modo da poter coprire in modo completo voi stessi o i vostri cari.

Terzo e ultimo consiglio: non usate shampoo e bagnoschiuma ma, se proprio volete farlo, usate quelli biodegradabili.

Docce per campeggio: tipologie e funzionamento

Le docce per campeggio sono costituite, in linea generale, da un soffione e un cavo collegato ad una batteria ricaricabile. Il cavo può avere un attacco accendisigari per auto o un’uscita USB, in modo da poter essere ricaricato all’occorrenza.

Alcuni modelli hanno una borsa solare in PVC: esposta alla luce del sole, assorbe l’energia permettendo l’emissione di acqua calda. Può riscaldare l’acqua fino a 45° in 3 ore e ha una comodo manico che consente di attaccarla, ad esempio, anche ai rami degli alberi. Inoltre, una volta svuotata, è facilmente ripiegabile e trasportabile. Di solito hanno una capienza di circa 20 litri.

I soffioni delle docce per campeggio hanno un interruttore on/off di facile utilizzo in modo da regolare il flusso d’acqua da basso ad alto.

Quindi come funzionano? Quelle con borsa solare, basta riempirle e regolare il flusso, come abbiamo visto, con l’interruttore. Sono facilissime da usare, anche se non abbiamo a disposizione fonti elettriche o auto. Invece gli altri modelli, quelli con i cavi collegati a batteria, sono anch’essi molto semplici nel loro utilizzo e, soprattutto, meno ingombranti. Poi ci sono quei modelli simili che presentano un soffione collegato ad una tanica.

Tutti i modelli permettono di attaccare il soffione o con un gancio o con una ventosa.

Dunque, a seconda delle nostre esigenze e del nostro equipaggiamento da viaggio e da campeggio, sceglieremo il modello più adatto a noi.

Prezzi e marche

Abbiamo visto dunque che esistono vari tipi di docce per campeggio:

  • a batteria
  • con tanica
  • con borsa solare

Sono tutti modelli concepiti per essere facilmente trasportabili e gestibili dall’utente. Il materiale utilizzato è la plastica. Ma veniamo ai prezzi.

Le docce più economiche sono sicuramente quelle a borsa solare: siamo sui 10-20 euro. Dunque se volete un modello molto basic e volete risparmiare, sarà la scelta giusta.

Per quanto riguarda gli altri modelli, saliamo un po’ coi prezzi: le docce a batteria costano sui 25-40 euro, così come quelle con tanica.

Se poi vogliamo proteggere la nostra privacy con una tenda istantanea, esistono dei buoni modelli sui 40 euro.

Come marche di docce per campeggio ricordiamo Laserbeak, Liberrway, Sportneer, Liebmaya, Freshower.

Conclusioni

Quando si va in campeggio o in gita, non c’è niente di più bello che coccolarsi con un’attrezzatura adeguata che ci sia d’aiuto nei momento del bisogno.

Può sembrare un elemento superfluo, ma avere a portata di mano una doccia può, a volte, davvero cambiarti la giornata e risolvere una serie di problemi come lavare il cane sporco che altrimenti ti sporcherà anche l’auto o toglierti il sale da dosso prima di rimetterti alla guida.

Maneggevoli, pratiche e dal prezzo contenuto, le docce per campeggio sono l’acquisto ideale per chi vuole affrontare al meglio le avventure fuori casa.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
Attrezzatura Campeggio