Guida pratica all’utilizzo di una doccia per il campeggio: istruzioni e collocazione

Le docce per campeggio sono degli strumenti di facile utilizzo che vi renderanno ancora più gradita la vostra vacanza.

Il campeggio è sia un’occasione per riscoprire la bellezza dell’essenzialità sia un modo per capire quanto le piccole cose siano importanti. Certo, quando state per partire per una vacanza di questo tipo dovrete calibrare ogni minimo peso (soprattutto se viaggerete a piedi e con uno zaino in spalla) e dunque dovrete organizzarvi in maniera ineccepibile con l’equipaggiamento. Basta un piccolo peso in più per causarvi mille preoccupazioni aggiuntive. Meglio evitare quindi, giusto? Ma è anche vero che, proprio perchè saremo lontani dai comfort di casa, dobbiamo “ricreare” una sorta di atmosfera domestica che non ci faccia sentire la mancanza di nulla.

Procuravi una doccia portatile da campeggio, vi permetterà di avere sempre l’opportunità di potervi lavare in ogni occasione fuori casa. Non solo in campeggio ma anche durante un picnic, un’escursione, al mare o durante un lungo viaggio in auto.

Docce: tipologie, funzionamento e collocazione

Esistono vari tipi di docce per campeggio. Ci sono quelle che funzionano con un cavo collegato ad una batteria, quelle collegate ad una tanica riempita d’acqua, quelle collegata ad una borsa che si riscalda se tenuta al sole.

Di base sono tutte caratterizzate dalla presenza di un soffione con modalità di getto regolabile e da un cavo abbastanza lungo in modo da consentire una certa libertà di movimenti (si parte da un minimo di 2 metri).

Dunque a seconda se avremo o meno un’auto o una fonte per ricaricare la batteria, a seconda se avremo un budget più ridotto, a seconda se avremo o meno possibilità di riempire la tanica/serbatoio, andremo a scegliere la doccia ideale per noi e la nostra vacanza.

I soffioni hanno solitamente una ventosa o un gancio, in modo da poter essere collocati sull’auto o su un’altra superficie o ad esempio appese ad un ramo. I modelli con borsa solare anche presentano una maniglia sulla borsa in modo da poter essere agganciati o appesi in modo agevole e pratico.

E’ importante avere la possibilità di appenderli in modo che il getto possa venire dall’alto e così poterci lavare meglio avendo entrambe le mani libere.

Il riscaldamento dell’acqua potrà avvenire in due maniera: grazie alla batteria o grazie all’energia solare.

Ma vediamo nel dettaglio le diverse tipologie di docce.

Doccia con batteria

E’ il modello più semplice da trasportare. Consiste in un soffione collegato ad una batteria con uscita USB o con attaccatura per accendisigari per auto. Potremo dunque collegarla o alla batteria o all’auto. Facile, vero?

E’ fondamentale, dunque, per questo modello, avere a portata di mano una fonte di elettricità o una batteria ben caricata. Di solito la batteria consente circa 45 minuti di uso continuo ed ha una potenza di circa 12V. La presenza di una ventosa e di un gancio ad “S” sul soffione della doccia le consentono di essere appesa al finestrino dell’auto o su di un ramo di un albero. Il peso e l’ingombro di questa tipologia di doccia è veramente minimo: parliamo di un peso inferiore ad 1 kg.

Doccia con tanica

Questo è il modello più basilare tra tutti. Si tratta di uno spruzzatore a compressione collegato ad un serbatoio da un cavo. Presenta anche una tracolla per facilitare il trasporto e una manopola che regola il flusso del  getto d’acqua. I serbatoio partono da un capienza minima di 5 litri, ma se siete una famiglia numerosa, è consigliabile optare per quelle docce la cui capienza è sui 2o litri.

E’ molto utile in situazioni come: lavaggio di cani, piedi sporchi di sabbia, lavaggio dell’auto.

Doccia con borsa solare

Questa tipologia di doccia è molto economica, facilmente reperibile e pratica. Si tratta di un soffione collegato ad una borsa rivestita in PVC che si riscalda a contatto diretto con l’energia solare.

Sono ottime da attaccare su un ramo di un albero (grazie al manico) in modo da direzionare meglio il getto.

Hanno lo svantaggio però di dipendere dalle condizioni atmosferiche: se la giornata è calda e soleggiata saranno super funzionali, ma se piove o è nuvoloso, dovremo dire addio alla possibilità di una doccia calda.

Dove acquistarle e quanto costano

Acquistare una doccia per campeggio è possibile sia nei negozi specializzati in attrezzatura per campeggio ed escursioni, sia online.

Soprattutto sul web, avremo modo di confrontare le caratteristiche e funzionalità dei vari modelli e paragonare i prezzi. Di solito si parte da un minimo di 10 euro (parliamo delle docce con borsa solare) fino ad arrivare a 4o euro.

Come marche ricordiamo Freshower, Hozelock, Asanmu, Camway, Liebmaya, Sportneer.

Conclusioni

Sia per rinfrescarvi o riscaldarvi dopo un’intensa giornata, sia per lavare i vostri animali domestici, sia per lavare la vostra auto o per togliervi di dosso il sale e la sabbia dopo il mare, le docce da campeggio vi renderanno molto soddisfatti.

Sono versatili sia come prezzo, che come funzionalità che tipologia. Potrete scegliere con comodo, soprattutto navigando sul web, il modello adatto a voi.

Che aspettate dunque? Godetevi una bella doccia anche quando siete in campeggio.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
Attrezzatura Campeggio